Trattamento dell’Artrite con Cellule Staminali | Swiss Medica

Trattamento dell’Artrite con Cellule Staminali

L’artrite è una malattia del sistema muscolo scheletrico a danno delle articolazioni. Ai primi stadi, il paziente accusa dolore, difficoltà a camminare e limitazione delle normali attività. Il progredire della malattia conduce a un peggioramento della qualità della vita e, nel lungo periodo, a disabilità.

La terapia tradizionale per l’artrite è un trattamento che cura solo i sintomi. Prevede l’assunzione di farmaci antinfiammatori steroidei e non steroidei, oltre a antidolorifici pesanti che hanno effetti collaterali e non sempre danno sollievo. Questi farmaci potrebbero solo ridurre il dolore ed eliminare temporaneamente l’infiammazione delle articolazioni, ma non contribuiscono al recupero dei tessuti danneggiati, a differenza delle cellule staminali.

L’utilizzo di prodotti cellulari per il trattamento dell’artrite è stato dimostrato essere una valida alternativa nel caso in cui:

  • la terapia farmacologica principale si riveli inefficace;
  • è necessario ridurre la dipendenza da queste droghe;
  • è necessario ritardare o persino evitare l’uso di protesi articolari nei casi più gravi.
Osteoporosis of the knee joint, Medically accurate 3D illustration

In questo articolo, scoprirete quali effetti aspettarsi dal trattamento dell’artrite con cellule staminali, come funziona e come avviene; vi parleremo anche del recupero e della successiva terapia con prodotti cellulari. Infine, vi racconteremo le esperienze dei pazienti che si sono sottoposti alla nostra terapia cellulare.

Quali sono gli effetti dell’uso delle cellule staminali per curare l’artrite?

L’uso di prodotti cellulari basati su cellule stromali mesenchimali multipotenti (CSM) come metodo di trattamento dell’artrite rende possibile eliminare i sintomi (dolore, gonfiore, rossori locali, rigidità e limitazione dei movimenti) e migliorare la funzione delle articolazioni danneggiate.

Nella terapia, le CSM sono cellule che:

  • migliorano il potenziale rigenerativo del corpo, avviando il processo di guarigione;
  • hanno effetti antinfiammatori a livello locale e sistemico, riducendo l’infiammazione e il dolore;
  • attivano le cellule staminali proprie del paziente, il che può portare alla riparazione dei tessuti articolari e al recupero delle loro funzioni.

Dato che le CSM hanno effetti antinfiammatori e immunomodulatori, l’uso di queste cellule può rallentare o fermare la progressione delle malattie legate a danni ai tessuti, incluse le malattie autoimmuni (come l’artrite reumatoide). La terapia con cellule staminali aumenta l’immunità diminuendo le cause più comuni di danni alle articolazioni.

Quali risultati si possono raggiungere con l’uso di prodotti cellulari?

Quando sono introdotte nel corpo del paziente, le CSM producono in modo attivo fattori di crescita e antinfiammatori. Si tratta di speciali molecole proteiche in grado di:

1. Ridurre l’infiammazione. In questo modo il dolore e il gonfiore passano o si attenuano;

2. Stimolare la crescita di reti capillari, che aiutano a migliorare le condizioni del tessuto cartilagineo.

Questo aiuta a ridurre i sintomi e le cause di remissione, migliora la mobilità delle articolazioni colpite, ed elimina il senso di malessere durante la camminata, migliorando sia la salute sia la qualità di vita del paziente.

Ecco cosa riferiscono i nostri pazienti sul trattamento:

Roger S., dal Regno Unito:

«Ho avuto un dolore cronico al ginocchio piuttosto grave in entrambe le ginocchia ed è peggiorato negli ultimi anni. Sono stato sottoposto ad artroscopie su entrambe le ginocchia e questo mi ha aiutato per un po’, ma poi la situazione è peggiorata. Avevo bisogno di sostituire le articolazioni delle 2 ginocchia. Il mio amico mi ha parlato d’interessanti esperienze riguardo al trattamento con cellule staminali e quindi ho preso contatto con Swiss Medica. Ero molto teso e avevo un po’ di paura, quando sono arrivato. Ho ricevuto un trattamento con cellule staminali e qualche sessione di fisioterapia, e ora le mie ginocchia stanno molto meglio «.

Stem Cell treatment for Arthritic Knees

Paziente di Manchester, Inghilterra:

«Ho 59 anni e ultimamente ho subito 3 asportazioni di cartilagine a causa dei problemi alle ginocchia. Dopo l’ultimo intervento chirurgico, mi è stato detto che non c’era più cartilagine, quindi ho dovuto darmi da fare velocemente per sostituire l’articolazione del ginocchio. Ho avuto problemi a camminare, non riuscivo a piegare completamente le ginocchia, avevo sempre dolori. Ho iniziato la cura con cellule staminali, prelevate dal mio bacino e dal mio tessuto adiposo, e anche effettuato la fisioterapia. Fin dall’inizio, ho avuto miglioramenti alle ginocchia, fare le scale non mi dà dolore, e ora il gonfiore è scomparso. Mi sento migliorato al 70-80% «.

Osteoarthritis stem cells treatment UK patient

Qual è la fonte di cellule staminali per il trattamento dell’artrite?

Nel caso di prodotti cellulari autologhi, le CSM provengono dal tessuto adiposo o dal midollo osseo del paziente. Le CSM derivate ​​dal tessuto adiposo hanno il più alto potenziale condrogenico. Anche raccogliere il grasso del paziente è una procedura poco invasiva. Comunque, è possibile ottenere cellule staminali dal midollo osseo del paziente.

La decisione riguardo alla fonte delle cellule da utilizzare è presa dal medico in base alle condizioni del paziente e all’efficienza delle cellule prevista, per ottenere il massimo effetto.

Se ci sono controindicazioni per la raccolta di cellule autologhe o la terapia deve iniziare immediatamente, utilizziamo prodotti cellulari allogenici (donatori) basati su cellule derivate da tessuti sani del donatore, con un potenziale terapeutico più elevato. È noto che le proprietà di questo tipo di cellule sono pressoché le stesse indipendentemente dal fatto che derivino dal paziente o da un donatore.

Perché usiamo le cellule staminali?

Le cellule staminali mesenchimali multipotenti hanno la capacità unica di trasformarsi in altre cellule nei tessuti (cioè differenziarsi) e di riprodursi. Il valore specifico della terapia con cellule staminali è la sua capacità di stimolare la rigenerazione e il recupero delle articolazioni stimolando la crescita delle cellule nella zona danneggiata e rigenerando il tessuto.

Doctor hand holding syringe of platelet rich plasma for injection to knee.

Quando le cellule staminali sono iniettate direttamente nell’articolazione interessata, risanano il tessuto, normalizzano il metabolismo e migliorano il trofismo, il che porta a una riduzione dell’infiammazione e al recupero della mobilità articolare.

Se possibile, è meglio iniziare questo trattamento con tempestività, prima che avvenga una deformazione irreversibile dell’articolazione. Secondo i ricercatori, la riparazione precoce delle lesioni cartilaginee rallenta la progressione dell’osteoartrosi.

Com’è eseguita la procedura?

Durante il nostro trattamento, i pazienti ricevono cellule staminali mesenchimali autologhe attivate e/o frazione stromale-vascolare (SVF), anch’essa ricca di CSM. Dopo, le cellule sono fatte crescere e proliferare. La dose terapeutica ottimale delle cellule è calcolata in base al peso del paziente.

Coltivazione di cellule staminali

In seguito le cellule ritornano nel corpo del paziente attraverso due vie di somministrazione: iniezioni locali nell’articolazione interessata e flebo.

L’intera procedura può essere completata in poche ore. È assolutamente indolore, veloce, semplice e, soprattutto, sicura.

Contattare

Se desiderate avere maggiori dettagli sulla terapia con cellule staminali e sulla procedura, contattate il nostro consulente medico per ottenere informazioni complete su risultati attesi, durata del programma e costo >>>

Dr. Aleksandra Fetyukhina, MD

Medical Advisor, Swiss Medica doctor


Trattamenti aggiuntivi per l’artrite che sono utili per aumentare l’effetto delle cellule staminali

Il periodo di trattamento dura da 1 a 14 giorni, secondo lo stato e le attese del paziente, le sue analisi e la storia della malattia.

Presso la clinica ospedaliera di Swiss Medica

Oltre alle iniezioni di cellule staminali per l’artrite, utilizziamo metodi collaterali che ci consentono di ottenere alte percentuali di recupero.

Il traumatologo della Swiss Medica elabora un programma giornaliero per il trattamento delle articolazioni e cioè serie di esercizi + terapie aggiuntive, tra cui:

  • Trattamento ipossico/ iperossico a intervalli
  • Terapia IMR
  • Terapia a onde d’urto
  • Stimolazione elettrica transcranica
  • Terapia laser endovena
  • Kinesiterapia
  • altri metodi
Arthritis with spark wave

Questi metodi terapici hanno un effetto antinfiammatorio, facilitano il decorso della malattia, stimolano l’angiogenesi (crescita di nuovi vasi) e attivano il percorso di guarigione delle cellule staminali nell’area colpita.

Dopo il trattamento dell’artrite con cellule staminali

Quando le cellule staminali sono introdotte nel corpo del paziente, i miglioramenti si manifestano gradualmente nei prossimi mesi successivi. Durante questo periodo, il paziente avverte una sferzata di energia, perché l’infiammazione diminuisce e il dolore scompare. Il paziente riesce a tollerare l’intensità di una maggiore attività fisica. I sintomi possono diminuire o addirittura scomparire, cosa resa possibile solo con terapia cellulare.

Il tempo massimo di circolazione delle cellule staminali dopo la somministrazione nell’organismo è di circa sei mesi. In generale, l’introduzione di cellule staminali ha un effetto rigenerativo positivo generale per tutto il corpo. In particolare, le articolazioni sane hanno una migliore protezione dopo la terapia cellulare (prevenzione di danni ad altre articolazioni)

Quali sono i vantaggi del nostro sistema di trattamento:

  • Ha un’alta percentuale di recupero;
  • Previene il deterioramento delle articolazioni;
  • Ritarda o evita, possibilmente, un intervento chirurgico di sostituzione dell’articolazione;
  • Cura l’artrite in modo naturale e senza l’uso di farmaci;
  • assicurano l’assenza effetti collaterali;
  • Ha poche controindicazioni.
  • Evita qualsiasi reazione allergica e immunitaria.
  • Ѐ rapido e semplice (la raccolta e l’introduzione possono essere eseguite all’interno di un’unica procedura).
  • Non richiede anestesia generale.
  • La procedura è ben tollerata a qualsiasi età.

L’effetto finale della terapia con cellule staminali dipende dallo stadio del processo patologico, dall’attività della malattia, dalle capacità di recupero del corpo e da altre caratteristiche individuali. Tuttavia, come dimostra la nostra esperienza, il miglioramento avviene nella maggior parte dei casi.

Contattare

Potete contattare il nostro consulente medico e conoscere i risultati attesi del trattamento con cellule staminali in base al vostro caso, il suo costo, la durata e alcuni altri dettagli >>>

Dr. Aleksandra Fetyukhina, MD

Medical Advisor, Swiss Medica doctor


List of References

  1. MicroRNA profiling reveals age-dependent differential expression of nuclear factor κB and mitogen-activated protein kinase in adipose and bone marrow-derived human mesenchymal stem cells. Pandey A.C., Semon J.A., Kaushal D. et al. Stem Cell Research & Therapy 2011;2(6): 49.

  2. Multilineage potential of adult human mesenchymal stem cells. Pittenger MF, Mackay AM, Beck SC, et al. Science. 1999;284:143-147.

  3. Isolation of adipose-derived stem cells and their induction to a chondrogenic phenotype. Estes BT, Diekman BO, Gimble JM, Guilak F. Nat Protoc. 2010;5:1294-1311.

  4. The advancing field of cell based therapy: insights and lessons from clinical trials. Telukuntla K.S., Suncion V.Y., Schulman I.H., Hare J.M. Journal of the American Heart Association 2013;2(5):e000338.

  5. National Academies Press. Understanding Stem Cells. An overview of the Science and Issues from National Academies.

  6. Stem Cells for Temporomandibular Joint Repair and Regeneration. Zhang S et al. Stem Cell Rev. (2015).

  7. Cartilage repair: generations of autologous chondrocyte transplantation. Marlovits S, Zeller P, Singer P, Resinger C, Vecsei V. Eur J Radiol. 2006;57:24-31.

  8. Limited evidence for adipose-derived stem cell therapy on the treatment of osteoarthritis. Hurley ET, Yasui Y, Gianakos AL, Seow D, Shimozono Y, Kerkhoffs GMMJ, Kennedy JG.

  9. Immunosuppressive properties of mesenchymal stem cells: advances and applications. De Miguel M.P., Fuentes-Julian S., Blazquez-Martinez A. et al. Current Molecular Medicine. 2012; 12(5):574–591.

More sources

Potrebbe interessarti anche

Articolo
Video

We use cookies on our site to ensure that we give you the best browsing experience. By continuing to browse the site, you agree to this use. For more information on how we use cookies, see our Cookie Policy and Privacy Policy.

Got it