facebook

Terapia con le cellule staminali per la paralisi cerebrale

Angela, paziente dall'Italia Patient

– Bongiorno! Sono Donatella e vengo dall’Italia, precisamente da un paesino in provincia di Potenza, si chiama Tribiano. È la seconda volta che ci troviamo in questa clinica. Siamo venuti per la seconda volta ad effettuare questa cura di cellule staminali e ci torneremo sicuramente perché ci siamo trovati bene.

Come avete trovato la Swiss Medica?

– Di questa cura noi siamo venuti a conoscenza circa l’anno scorso, nel mese di luglio dell’anno scorso tramite un altro paziente di questa clinica. Che ci ha riferito il suo percorso con le cellule staminali. Prima di allora io non sapevo dell’esistenza di questo tipo di terapia.

– Quali sono i disturbi di Angela?

– Angela è una bimba di quasi 8 anni che è nata con la disfasia natale e praticamente ha i nuclei della base del cervello che sono calcificati e quando ho sentito che una delle terapie che la potrebbero aiutare è questo tipo di cura, ho preso contatti per poter curarla, per poter venire a curarla, insomma, a vedere a come andava. Già l’anno scorso ad ottobre abbiamo avuto la prima dose di cellule staminali e abbiamo visto dei miglioramenti in Angela.

– Quali miglioramenti avete ottenuto?

– Abbiamo visto dei miglioramenti sia sulla base del tronco, sia sulla base della testa e sia sulla base del suo intercedere con noi. È diventata una bimba più presente, più partecipe, ha più voglia di giocare. Anche i fisioterapisti, insomma, che la seguivano prima e dopo hanno notato la differenza. Ecco perché siamo voluti tornare, per poter fare, insomma, una seconda infusione di queste cellule.

Sicuramente, queste cure sono le cure del futuro e io le consiglio a tutte le persone che hanno bambini con questo tipo di problema di provare, perché sicuramente hanno dei miglioramenti, hanno delle marce in più, insomma. Se questo veramente li potrà aiutare per un futuro migliore, perché no. È meglio provarci.

– Come vi siete trovati in clinica?

– In questa clinica ci siamo trovati benissimo, veramente. Accoglienza, pulizia, gentilezza, ti senti a casa, ti senti coccolata, ti senti proprio come se fossi sempre,non così, come una persona che ha bisogno di aiuto, ti senti al centro del mondo, veramente. Ci siamo trovati bene e niente da dire. Tutto il personale, dal primo all’ultimo, tutti di una gentilezza unica.

– Raccomanderebbe anche ad altre persone che hanno problemi uguali o simili?

– Io gli raccomanderei di venire e di provare, perché sicuramente, non è la prima volta che ti può cambiare la vita, però può aiutare a migliorare il loro modo di vivere. E secondo me, più volte le fanno, più risultati ci saranno. Anche per raggiungere una buona autonomia per questi bambini, anche per altri tipi di malattia. Io penso che la cura con le cellule staminali sia la cura del futuro, per molti tipi di problemi che ci sono.

Come entrare nel programma di trattamenti

Per capire se puoi essere il candidato alla terapia con le cellule staminali ci sono i seguenti passaggi:

  1. Consulenza telefonica preliminare.
  2. Raccolta dell’anamnesi (modulo di raccolta dati, referto del medico, video del paziente per visualizzare le condizioni attuali di salute).
  3. Valutazione dei Ns medici esperti.
  4. Preparazione di un programma di trattamenti preliminari e prenotazione di videoconsulenza con l’esperto.

Il programma di trattamenti include:

  • Trattamento in Clinica compreso di analisi, visite, somministrazione delle cellule;
  • Check-up dopo la dimissione.

Ci auguriamo che queste informazioni ti siano state utili nel caso le stessi cercando per te o per le persone che ti stanno a cuore.

May interest you

Article
Video

We use cookies on our site to ensure that we give you the best browsing experience. By continuing to browse the site, you agree to this use. For more information on how we use cookies, see our Cookie Policy and Privacy Policy.

Got it